Get Microsoft Silverlight

Puntata di venerdì 7 dicembre 2012

PUNTATA 9^ – 07/12/2012

Ore 9.30 RaiDue

La storia di Leo Praz, ultimo abitante della borgata La Clusaz nel comune di Avisa a 1.600 metri d’altezza in Valle d’Aosta, apre questa puntata. Una testimonianza di resistenza ma anche di nostalgia per quando nella borgata c’erano bambini, famiglie, stalle con animali, terreni tutti coltivati. Ora in questo gruppo di case in pietra costruito su uno sperone non è rimasto che lui, Leo, come racconta Luciano Joris.

Tradizionalmente  la festività dell’Immacolata segna l’inizio della stagione sciistica e quest’anno si potrà davvero sciare dappertutto  nel fine settimana:  in collegamento, da Alagna Valsesia, Andrea Caglieris, raccoglie speranze e previsioni degli operatori del settore.

Nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, nell’Appennino tosco-emiliano, c’è un’interessantissima realtà: la riserva naturale integrale di Sasso Fratino, 764 ettari di bosco chiusi all’uomo dal 1959 e sorvegliati dal Corpo Forestale. Giammarco Sicuro ha visitato l’area in cui vivono anche molti animali: lupi, volpi, caprioli, daini, cervi, mufloni, gatti selvatici e l’aquila reale.

Luca Mercalli, in studio con Laura De Donato che conduce la puntata, commenta e approfondisce il servizio sulle aree naturali integrali mentre Roberto Mantovani, anch’egli come sempre ospite in studio, affronta il tema dei paesi e della popolazione in montagna partendo dal volume “Civiltà alpina ed evoluzione umana” di Luca Cavalli-sforza e Luigi Zanzi, edito da Jaca Book.

Gli ultimi volumi pubblicati da Vivalda, editore specializzato in montagna, raccontano i Messner Mountain Museum: testimonianze di vita, e non soltanto, del più famoso alpinista contemporaneo; quindi la storia di Kilian Jornet, giovane campione catalano di corsa in montagna con un’impressionante carriera internazionale. Ne parla Valter Giuliano, direttore della rivista “Alp”, con Alberto Gedda.

E ancora un’altra rivista di montagna, “Meridiani Montagne”, è protagonista del servizio di Giovanni Stefani che ha intervistato il direttore Marco Albino Ferrari sull’iniziativa “I rifugi del cuore” che ha coinvolto i lettori. Ne è nato un bel calendario fotografico con le dodici strutture più votate.

Alla letteratura di montagna è dedicata l’ironica vignetta di Gianni Audisio.

In “Settegiorni in montagna” si parla del monumento al Cairn, l’ometto delle montagne in pietre che segnala i sentieri alpini, che sarà inaugurato domenica a Valpelline, in Valle d’Aosta, dove martedì ci sarà un convegno. Ancora: la provincia di Bolzano, secondo l’annuale ricerca del Sole 24 Ore sulla qualità della vita, è quella in cui si vive meglio: seguono altre tre province alpine, Trieste, Belluno e Aosta: il 13 dicembre scadrà  il termine per iscriversi al corso di volontari nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi che si terrà dal 28 dicembre al 6 gennaio.

A Cuneo, fino al 30 dicembre, è allestita la mostra “Voyage autour de Mont-Blanc” del valdostano Enrico Peyrot che, in una serie di fotografie in bianco e nero realizzate rigorosamente in analogico, racconta il “suo” gigante bianco rifacendosi alla storia della fotografia alpinistica. A far da guida alla mostra è Michele Ruggiero.

Dopo le previsioni del tempo per il fine settimana, come sempre a cura di Luca Mercalli, i titoli di coda scorrono sulle splendide immagini del film  “ Vinterlys – Luce invernale” del regista norvegese Skule Eriksen che ha vinto il Film Festival della Lessinia 2012.

L’indirizzo cui inviare i filmati è:  Redazione Tgr Montagne – Rai – Via Verdi n. 16 – 10126 Torino montagne@rai.it; per rivedere le puntate on-line: www.montagne.rai.it

Tgr Montagne è realizzato nel Centro di Produzione Rai di Torino a cura di Battista Gardoncini con la regia di Carlo Vergnano