Get Microsoft Silverlight

Puntata di Venerdì 9 Novembre 2012

PUNTATA 5^ – 09/11/2012

Ore 9.30 RaiDue

Ad aprire questa puntata è un  servizio sulla Trappa di Sordevolo, nelle montagne biellesi (in Piemonte): un luogo di grande fascino, simbolo di un’utopia nata nel Settecento e che racconta Alberto Gedda.

Quindi il massiccio del Pollino, tra la Basilicata e la Calabria. Una grande regione ricchissima di risorse naturali, che abbiamo visto recentemente tremare per le scosse di un terremoto di magnitudo 5, la più forte di un lungo sciame sismico che l’ha preceduta, che ha messo alla prova ancora una volta le popolazioni locali. Erberto Stolfi, da Potenza, ci fa visitare i boschi  colorati  di questo lungo autunno con le voci di pastori, turisti e abitanti delle montagne.

In studio con Laura De Donato, che conduce questa puntata, il meteorologo Luca Mercalli sottolinea l’importanza del “foliage”, cioè l’osservazione e lo studio della colorazione delle foglie che fornisce informazioni sull’ambiente.

Da Venezia Giovanni Stefani presenta il progetto interreg italo-austriaco sulla sicurezza nelle Dolomiti venete che riguarda 130 sentieri in quota con molte ferrate. L’argomento viene ripreso e commentato dal giornalista Roberto Mantovani, come sempre ospite in studio, che interviene sulle nuove disposizioni in merito alla sicurezza delle vie ferrate.

Si è conclusa in questi giorni a Modena la 19esima edizione del salone “Ski pass”,  appuntamento consueto per chi è interessato alle tendenze della stagione sciistica. Antonio Farnè è andato a a curiosare fra le novità.

A proposito di sci e della stagione che sta iniziando, gli Appennini ci hanno regalato una nuova stella della neve: Giuliano Razzoli di Castelnuovo ne’ Monti,   medaglia d’oro olimpica. Lo ha incontrato  Andrea Caglieris.

E anche Gianni Audisio ha scelto lo sci come tema per la sua ironica vignetta.

Nella rubrica “Settegiorni in montagna” : la presentazione del film  “Il turno di notte lo fanno le stelle” tratto dall’omonimo racconto di Erri De Luca e ambientato nelle Dolomiti, lunedì sera al Festival Internazionale del film di Roma. La storia – interpretata da Nastassja Kinski e Enrico Lo Verso – racconta di due persone che si incontrano nel reparto di terapia intensiva di un ospedale e si promettono, una volta guariti, di andare a scalare una montagna. Ancora film di montagna: sono aperte le iscrizioni alla 61.ma edizione del Trento Film Festival che si terrà dal 25 aprile all’8 maggio del 2013 a Trento e a Bolzano.  Quindi i cuccioli di San Bernardo, cani simbolo delle Alpi, nati nell’allevamento di Martigny, in Svizzera e l’escursione nei grandi boschi del parco di Tivoli, nel Lazio, dopo gli incendi che hanno distrutto ettari di alberi sul monte Catillo.

Dopo le previsione del tempo per il fine settimana, come sempre a cura di Luca Mercalli,  i titoli di coda propongono le immagini realizzate da Luciano Ducato per celebrare i 50 anni del gruppo Sci Alpinistico del Cai Uget.

Tgr Montagne è realizzato nel Centro di Produzione Rai di Torino a cura di Battista Gardoncini con la regia di Carlo Vergnano.

L’indirizzo cui inviare i filmati è:

Redazione Tgr Montagne – Rai – Via Verdi n. 16 – 10126 Torino

montagne@rai.it

Per rivedere le puntate on-line:

www.montagne.rai.it

Comments

comments