Get Microsoft Silverlight

Puntata di venerdì 30 novembre 2012

PUNTATA 8^ – 30/11/2012

Ore 9.30 RaiDue

Sedici infermieri professionisti stanno seguendo, in Valle d’Aosta,  un corso di alpinismo – discesa in corda doppia, arrampicata, uso del verricello – per il servizio di pronto intervento con elicottero: dalla prossima estate, infatti, gli elicotteri saranno due per l’alto numero di interventi che si registrano. Così ai 18 medici già in servizio si aggiungeranno gli infermieri del corso, come spiega Pietro Taldo.

Li chiamano “i cacciatori di faglie”: sono tecnici che, con martelli e picchetti, setacciano i campi nei fianchi dell’Etna alla ricerca di vie preferenziali per eventuali risalite del magma lavico e delle zone maggiormente esposte al pericolo terremoti. La ricerca sul campo è integrata dalle tomografie sismiche inviate a terra dal satellite ed elaborate dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Servizio di Giovanni Tomarchio.

Il Cai, Club Alpino Italiano, nel 2013 festeggerà 150 anni dalla fondazione, avvenuta il 23 ottobre del 1863 a Torino dopo la prima salita italiana al Monviso, realizzata il 12 agosto dalla cordata guidata da Quintino Sella. Una lunga e intensa storia nella quale ha avuto, e ha tutt’ora, uj ruolo fondamentale il Museo Nazionale della Montagna che ha sede a Torino dal 1888. Ne parla Aldo Audisio, direttore dal 1978 del Museo, intervistato da Alberto Gedda.

La vignetta di Gianni Audisio festeggia, con la consueta ironia, il compleanno del Cai.

E di 150 anni, ma di storia delle meteorologia con particolare attenzione alle terre alte, parla Luca Mercalli in studio con Claudia Pregno, che conduce la puntata: con loro il giornalista Roberto Mantovani che ricorda l’alpinista Renato Casarotto.

Montagna, boschi, lago: è il territorio di Lorica, in Calabria, che si presenta attraverso i colori dell’autunno, i prodotti tipici, la sagra stagionale ma anche la pratica di molte attività sportive, dal ciclismo all’escursionismo, come racconta Maria Vittoria Morano.

Nella rubrica “Settegiorni in montagna” si ricorda la ricorrenza di santa Barbara, patrona dei minatori, celebrata dalla Sardegna alla Slovenia; domenica escursione con le ciaspole nel parco della Majella, in Abruzzo, la festa per i 90 anni di fondazione del Parco Nazionale del Gran Paradiso ad Aosta mentre a Livigno, dal 3 al 7 dicembre, torna la mostra di sculture in neve “Art in Ice”. Un master per la specializzazione nella gestione dei beni naturali dell’Unesco è stato organizzato a Trento: iscrizioni aperte fino al 4 dicembre; scade invece il 10 dicembre il bando del Parco nazionale dell’Asinara per l’assunzione di un biologo. 

La tecnologia in aiuto alla previsione delle valanghe: a Udine si è svolto un convegno dei centri valanghe europei che ha messo a confronto esperienze e ricerche per arrivare a bollettini sempre più precisi, consultabili anche da smartphone e tablet, avvalendosi di una rete sempre più fitta per la raccolta di dati sul territorio. Servizio di Paolo Roncoletta.

A Cuneo, fino al 30 dicembre, è allestita la mostra “Voyage autour de Mont-Blanc” del valdostano Enrico Peyrot che, in una serie di fotografie in bianco e nero realizzate rigorosamente in analogico, racconta il “suo” gigante bianco rifacendosi alla storia della fotografia alpinistica. A far da guida alla mostra è Michele Ruggiero.

Dopo le previsioni per il fine settimana, curate da Luca Mercalli, i titoli di coda scorrono sulle immagini tratte dal docu-film “Bartolomeo Peyrot il primo italiano sul Monviso”  che, prodotto dal Cai Uget della Val Pellice per la regia di Leopoldo Medugno e Emanuele Pasquet, racconta l’impresa di Peyrot come guida dalla cordata guidata dall’inglese Francis Fox Tuckett che arrivò in vetta al Monviso il 4 luglio del 1862, divenendo così il primo italiano sulla cima del Re di Pietra. Il film viene proiettato questa sera e venerdì prossimo, 7 dicembre, al forte di Torre Pellice.

L’indirizzo cui inviare i filmati è:  Redazione Tgr Montagne – Rai – Via Verdi n. 16 – 10126 Torino montagne@rai.it; per rivedere le puntate on-line: www.montagne.rai.it

Tgr Montagne è realizzato nel Centro di Produzione Rai di Torino a cura di Battista Gardoncini con la regia di Carlo Vergnano

Comments

comments